RESTIAMO IN CONTATTO

NeuroVision

Dott. Stefano Esposito

Optometrista - 02495970747

Via Eboli, 30, Lecce - 73100

389 1543270

neurovision@outlook.it

Proudly created with love by BriefMe

Diplopia o Visione doppia

October 8, 2017

 


TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE CIRCA LA DIPLOPIA


La diplopia, detta anche visione doppia, è un sintomo molto invasivo e fastidioso, la cui origine può essere imputata a diverse cause di natura differente. 
Le immagini possono essere separate in diversi modi: possono essere leggermente sovrapposte, sfalsate, o nettamente separate.
Tutte e tre le condizioni possono manifestarsi sia orizzontalmente, sia verticalmente e sia obliquamente
Diplopia orizzontale: le immagini sovrapposte appaiono affiancate.
Diplopia verticale: le immagini sovrapposte appaiano una sopra l'altra.
Diplopia obliqua: le immagini sono sovrapposte in modo obliquo.

La diplopia inoltre può essere binoculare o monoculare. Come fare a verificarlo? 
E' semplicissimo.
Se vi capita di vedere doppio avendo entrambi gli occhi aperti, e nel momento in cui ne occludete uno smettete di vedere doppio, allora la diplopia è binoculare;
se viceversa, anche occludendo un occhio in modo alternante, continuate a vedere doppio, allora la diplopia è monoculare. 

 

Le cause eziologiche della diplopia possono essere di natura differente; tra queste possono esservi:
anomalie strutturali dell'occhio:  vizi refrattivi non corretti (miopia, ipermetropia, astigmatismo semplice o composto, anisometropia); oppure cataratta, patologie retiniche, patologie al nervo ottico, patologie alla cornea, ecc.

- strabismo: diverse tipologie di strabismo, in particolare strabismi non compensati, specialmente nei bambini, originano diplopia.
Successivamente, il cervello trova una compensazione per eliminare questa situazione anomala. Se da un lato si può credere che è qualcosa di positivo in quanto si è eliminata la visione doppia, in realtà è una situazione molto grave, in quanto il cervello sopprime un occhio (quello deviato) inconsciamente, e conseguentemente viene meno la visione binoculare, da cui dipende la visione stereoscopica (la visione tridimensionale). 
Se ciò accade in età infantile, si può scatenare la famosa ambliopia
- patologie neurologiche: spesso sono causa della diplopia monoculare, ma non sempre.
Possono scatenare anche diplopia binoculare. Ad esempio vi possono essere paralisi o paresi dei nervi oculomotori oppure problemi tiroidei o muscolari. Vale lo stesso discorso dello strabismo. Lo strabismo può essere conseguenza di queste alterazioni e la diplopia un chiaro sintomo.
- Problemi visivi funzionali: in situazioni normali non si avverte e non si manifesta nessuna situazione di visione doppia. Sotto stress, in particolare durante attività prossimali, come ad esempio la lettura, la scrittura, lo studio, il lavoro in ufficio, l'uso del pc o dello smartphone, il gioco ai videogames, il cucito e così via, spesso si manifesta la diplopia, accompagnata da fastidio oculare, visione sfocata, sensazione di tensione oculare, mal di testa frontale e/o tempiale, dolore orbitale, giramenti di testa, nausea, dolore cervicale. Si può manifestare anche un solo sintomo, non per forza tutti insieme!
A livello caratteriale, chi ne soffre, diventa irascibile, si infastidisce facilmente, vuole essere lasciato in pace, abbandona il compito, perde facilmente la concentrazione, non riesce a svolgere la sua attività prossimale. I bambini diventano capricciosi, si distraggono facilmente, fanno continue pause, evitano tutti i compiti impegnativi.

Il trattamento dipende dalla causa: se è di origine oculare allora il trattamento può essere considerato. In tale caso c'è da fare un'ulteriore suddivisione: origine oculare patologica e origine oculare funzionale
- Patologia oculare: solitamente si interviene con tossina botulinica o con chirurgia. Riguarda per lo più situazioni di strabismo paralitico, in cui vi è uno o più muscoli oculari paralizzati ed è di competenza esclusiva del medico oftalmologo.  
- Problemi visivi funzionali: può prevedere l'utilizzo di lenti oftalmiche, prismi e principalmente Visual Training Optometrico e se ne interessa l'optometrista. Si può eliminare definitivamente la diplopia attraverso un percorso di rieducazione visiva, che agisce a livello cognitivo sul cervello, garantendo risultati definitivi. Si creano, utilizzano ed automatizzano nuovi circuiti neuronali che insegnano al cervello a dare il giusto input di esecuzione agli occhi, eliminando ogni disfunzione visiva. Non si elimina soltanto la diplopia, ma anche tutti i sintomi sopra descritti che la accompagnano nei casi di problemi visivi funzionali.
Si può intervenire ad ogni età, dai bambini agli adulti. Vi sono diverse tecniche e si tratta di vere e proprie esperienze percettive. Recenti studi, dimostrano la sua efficacia anche negli adulti ambliopi! Solitamente, vi è la convinzione che in età adulta non si può recuperare più l'occhio ambliope. 


 

 

VISIONE DOPPIA, CASI URGENTI

La diplopia può essere originata da diverse cause. In determinati casi è d'obbligo consultare immediatamente il proprio oculista di fiducia.
Di seguito un elenco (non completo) di possibili cause di diplopia dovuto a patologie oculari o neurologiche.
Tale elenco non ha nulla a che vedere con la diplopia dovuta a problemi visivi funzionali.

Diplopia binoculare:
- paralisi o paresi e/o mal funzionamento dei nervi oculomotori, generano strabismo
- alterazione del sistema nervoso centrale,
provoca disallineamento degli occhi e quindi diplopia;

- problemi di tiroide o problemi meccanici a livello di muscoli extraoculari che causano disallineamenti agli occhi e quindi diplopia.
- Ci possono essere anche problemi riguardanti la placca neuromuscolare, che è l'unione del nervo con il muscolo, come la miastenia gravis


Diplopia monoculare:
- Problemi refrattivi: un occhio presenta un'ametropia (spesso elevata) non corretta e genera diplopia. In questo caso occorre semplicemente compensare l'ametropia e la diplopia scompare;

- patologie al cristallino, ad esempio cataratta monoculare può scatenare diplopia nell'occhio affetto;
- patologie alla cornea, in particolare cicatrici corneali o opacità corneali generali;
- alterazioni della retina, per esempio la presenza di membrana epiretinica, detta anche pucker maculare, che sono membrane che crescono sulla retina e possono provocarne il suo distacco, generando severi danni alla vista.

Tali condizioni richiedono un'attenzione urgente per escludere gravi problemi.

Vi sono tuttavia, casi in cui la visione doppia è dovuta a problemi visivi funzionali e non a patologie oculari o neurologiche. 
Oltre ai casi sopra descritti, vale a dire lo stress e il lavoro visivo prossimale, la diplopia può essere scatenata dagli occhiali. 
Non si tratta di potere delle lenti e quindi di un problema refrattivo, bensì di centraggio degli occhiali.
Ognuno di noi, possiede una distanza interpupillare (distanza tra pupilla occhio sinistro e pupilla occhio destro), personale che deve essere rispettata nel momento in cui si indossano gli occhiali prescritti.
Avete fatto caso mai al vostro ottico quando vi fa indossare gli occhiali che avete scelto e con un pennarello disegna un puntino sulle lenti?
Oppure vi fa fissare in piedi una macchina che registra tutte le informazioni necessarie ad un corretto centraggio dell'occhiale? 
Se questa distanza pupillare personale, non viene rispettata nel montaggio delle lenti dell'occhiale, si può generare diplopia.
Una lente non centrata agisce come un prisma. Il prisma devia sia la luce che entra nell'occhio e sia l'occhio stesso; la luce devia verso la base del prisma e l'occhio verso il vertice. A livello retinico quindi, si hanno due immagini su due punti di retina differenti che non possono essere messi insieme dal cervello (fusione). Un occhiale non centrato quindi, devia l'occhio provocando un disallineamento degli occhi e successiva diplopia.
La diplopia che si manifesta, non è per forza netta. Le immagini possono apparire anche leggermente sovrapposte o maggiormente contornate, come se avessero un doppio bordo.

Quante volte vi siete sentiti dire: "vi dovete abituare!".
Non c'è nulla di più sbagliato. Un occhiale prescritto e costruito bene, che sia monofocale o progressivo, non ha bisogno di tempo per essere sopportato. Deve dare benessere!
O lo si indossa subito e si prova sollievo o non lo si porta.
Quando invece lo portate nonostante il fastidio che provate, in realtà state creando serie conseguenze, in quanto il cervello compensa tali situazioni disagevoli con azioni sconvenienti. Un esempio? La soppressione inconscia: il cervello ignora un'immagine che arriva da un occhio e viene meno la funzione binoculare. Vengono elaborati gli stimoli di un solo occhio. Vi è perdita della percezione simultanea da entrambi gli occhi, della fusione binoculare e della stereopsi (la visione 3D). Inoltre si possono manifestare astenopia, giramenti di testa, mal di testa, nausea, sensazione di tensione oculare, dolore cervicale, variazioni posturali, disconfort oculare e così via. 

Questo è uno dei tanti motivi per cui non bisogna mai comprare gli occhiali premontati per uso permanente!
Tali occhiali hanno delle lenti centrate con una distanza interpupillare differente dalla vostra. Conseguentemente generano un effetto prismatico con tutte le conseguenze sopra descritte.

Per concludere, la diplopia può essere originata dunque da cause oculari o neurologiche.
Quelle neurologiche sono di competenza del medico neurologo.
Quelle oculari relative a patologie oculari sono di competenza esclusiva del medico oftalmogo.
Quelle oculari relative a disfunzioni visive sono di competenza dell'optometrista.

Presso il centro NeuroVision, Lecce, è possibile sottoporsi ad una valutazione visiva funzionale ed usufruire di un programma di rieducazione visiva attraverso il  Visual Training Optometrico,che mira ad eliminare la causa della disfunzione visiva e non l'effetto. I risultati sono definitivi ed è un approccio qualitativo.

Per ulteriori informazioni, o per fissare un appuntamento chiama al numero 389 1543270 o scrivici a: neurovision@outlook.it, oppure compila il modulo qui in basso per essere contattato. 



 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload