Mangia con gli occhi!

July 2, 2017

 


Milioni di persone al mondo perdono la vista. Sono molti i fattori che possono condurre a una riduzione o perdita totale della vista: dai fattori legati all'invecchiamento (la vecchiaia è una brutta bestia anche per i nostri occhi), ai fattori organici legati alle patologie oculari, da insulti e incidenti a fattori esterni (luce solare, fumo, inquinamento ambientale, vento, polvere, stanchezza fisica,ecc.).

Non è scopo di questo articolo trattare le patologie oculari, ma è doveroso fare una piccola premessa.
L'eziologia delle patologie oculari, così come ogni altra patologia, può essere attribuita a tantissimi fattori: genetici, congeniti, virus, batteri, funghi, allergeni, ecc.
Durante l'invecchiamento invece, il corpo tende a incrementare delle sostanze chimiche che fungono da meccanismi di autodifesa contro gli stili di vita malsani!

Tuttavia, che la riduzione della vista sia o per cause patologiche, o per cause legate all'invecchiamento, c'è qualcosa che possiamo fare come supporto o prevenzione in un modo del tutto naturale, sano e gustoso.
Diverse vitamine possono essere integrate nell'alimentazione quotidiana, sia attraverso la scelta di cibi specifici e sia attraverso integratori esterni. E' stato dimostrato con diversi studi scientifici che il ruolo di esse è fondamentale per migliorare la salute dei nostri occhi, per migliorare la nostra visione e per prevenire determinate patologie o la futura riduzione\perdita di vista. 
Molti di questi nutrienti possono essere trovati in un normale multivitaminico, ma è fondamentale capire che cosa si cerca.

Si stima, che oltre la metà della popolazione con un'età compresa dai 75 anni in poi, subirà un'intervento di cataratta (opacità del cristallino, la lente biologica del nostro occhio responsabile della messa a fuoco alle varie distanze). Mentre gli studi e la tecnologia aiutano sempre di più gli oculisti a svolgere in modo più efficiente i vari interventi di cataratta e renderle sempre più curabili, d'altro canto ci sono delle cose che possiamo fare per impedire la sua comparsa precoce e rimandarla più in là. 
Il fattore più importante che aiuta a prevenire la comparsa precoce e l'insorgenza della cataratta, è l'inserimento di cibi all'interno della dieta quotidiana ricchi di antiossidanti che hanno un effetto anti-infiammatorio sul corpo.
Questi alimenti comprendono le carote e la verdura a foglia verde i quali sono ricchi di vitamina C, E ed A. 

Una delle cause principali di cecità negli adulti, è una patologia denominata: retinopatia diabetica. E' una tipica malattia che può essere prevenuta o tenuta sotto controllo da una specifica alimentazione. Regolando i livelli di zuccheri e ormoni, le persone diabetiche possono conservare la salute dei loro occhi. La retinopatia diabetica può essere casuata dal diabete di tipo I o II  quando i livelli di zuccheri e ormoni non sono regolati, e può portare alla cecità precocemente. 
E' fondamentale essere costantemente monitorati da un medico oculista, (non solo nel caso di retinopatia diabetica, ma anche in tutte le altre patologie oculari). 


La luteina è stata soprannominata dalla comunità medica come "la vitamina dell'occhio", anche se protegge sia gli occhi che la pelle. Può essere consumata naturalmente mangiando verdure a foglia verde e gialla (broccoli, cavoli, piselli, zucche, spinaci), arance e altri agrumi, tuorli d'uovo
E' un carotenoide anti-infiammatorio che protegge sia il cristallino che la macula lutea dell'occhio.
E' un importante pigmento oculare in grado di filtrare la luce solare e proteggere la retina dalle radiazioni solari più nocive.
I ricercatori hanno scoperto che il consumo quotidiano di luteina può ridurre del 40% il rischio di degenerazione maculare

 

 


Un'altra vitamina "miracolosa", anch'essa un carotenoide, è la zeaxantina. In natura esistono circa 600 carotenoidi; di questi, solo 20 possono raggiungere l'occhio. La luteina e la zeaxantina  fanno parte di questi 20 e ciò che le rende uniche è che sono quelle che hanno un maggiore effetto sulla salute oculare! Il motivo? Sono i principali carotenoidi contenuti all'interno della macula, la zona centrale della retina, che ci permette di avere una visione nitida e chiara. 

La zeaxantina funziona allo stesso modo della luteina in quanto protegge il tessuto, il cristallino e la macula lutea, riducendo ulteriormente l'insorgenza della cataratta e fornendo miglioramenti significativi alla nitidezza della visione.
Il nome deriva dal greco xantòs = giallo, e fillon = foglia, pigmenti gialli presenti nelle foglie verdi insieme alla clorofilla, che appiano con evidenza nelle foglie caduche autunnali. E' presente soprattutto in alimenti come il granoturco, il succo d'arancia, il mango e il tuorlo d'uovo, ai quali conferisce, insieme al carotene, il colore.

Una delle vitamine facilmente reperibili, a tal punto da essere definita da bancone, è la vitamina C. Molto conosciuta per le sue abilità di potenziamento del sistema immunitario e per contrastare e prevenire il raffreddore, è anche estremamente utile per la salute oculare in generale. La capacità della vitamina C di combattere i radicali liberi e di aumentare la capacità di assorbimento di nutrienti del corpo, la rendono particolarmente vantaggiosa quando il corpo ripara tessuti oculari danneggiati, in quanto migliora la sua risposta all'infiammazione e ad altre irritazioni che spesso si verificano nell'occhio.
Studi scientifici dimostrano che le persone che assumono un supplemento di vitamina c, riducono del 50% la possibilità di sviluppare una cataratta precoce! 

La vitamina E lavora insieme alla alla vitamina C nel rafforzare i tessuti oculari dell'occhio e nel prevenire e ridurre l'infiammazione. Le sue capacità antiossidanti, lavorano insieme al corpo per ridurre il rischio di sviluppare la degenerazione maculare e per aumentare  le sue abilità di guarigione dopo che un paziente ha subito un intervento laser agli occhi. 
Le persone che assumono quotidianamente vitamina E, hanno una riduzione del 25% di possibilità di sviluppare una degenerazione maculare senile. 
La ricerca inoltre, ha evidenziato che dosi supplementari portano ad un incremento dei risultati nel trattamento della cataratta e di altre malattie oculari.

La vitamina A svolge un ruolo fondamentale nei processi visivi: una sua deficienza, anche moderata, può essere responsabile di una riduzione delle capacità visive, soprattutto in situazioni di oscurità o scarsa luminosità, poiché la carenza di vitamina A non garantisce la rigenerazione della rodopsina, un pigmento visivo contenuto nei fotorecettori detti bastoncelli, deputati alla visione crepuscolare, con conseguente diminuzione della capacità di adattamento alla bassa illuminazione (cecità crepuscolare o notturna).
Fegato, olio di fegato di passera di mare, olio di fegato di merluzzo, latte intero, burro, uova, verdura a foglia verde e gialla e molti altri sono tutti cibi ricchi di vitamina A. 

 

 

 


A differenza delle vitamine sopra elencate, lo zinco minerale aiuta a migliorare la salute della retina dell'occhio. Il consumo di zinco è direttamente proporzionale alla capacità del corpo di assorbire vitamine e altri nutrienti, e ha proprietà di co-aiuto al corpo nel riparare cellule danneggiate e ridurre l'infiammazione e i danni alle cellule. 
Pesce, carne e noci sono tutti alimenti ricchi di zinco che possono essere inseriti in un'alimentazione sana ed equilibrata. 

 

Gli Omega-3, acidi grassi polinsaturi sono degli elementi nutrizionali  di cui se ne sente tanto parlare, specialmente per il benessere generale che originano: aumentano le difese immunitarie e le difese della pelle, sono anticancerogeni, facilitano la risposta immunitaria e anti-infiammatoria in caso di ferite e infezioni, hanno funzioni antidepressive, evitano l'accumulo dei grassi pericolosi, producono ormoni, eccetera.
L'effetto anti-invecchiamento che hanno sul corpo, funziona in combinazione agli agenti anti-infiammatori, il ché li rende molto importanti per la salute oculare. 
Hanno la proprietà di regolare gli zuccheri nel sangue e di riparare i tessuti danneggiati, a tal punto che sono utilizzati per curare gli effetti collaterali di alcuni farmaci utilizzati per patologie cardiovascolari. 
Gli omega-3 si possono trovare naturalmente in molti cibi che fanno parte di una dieta regolare, come pesce (salmone, sgombro, pesce spada acciuga,trota), noci, olio d'oliva, semi di lino, vegetali a foglia verde. 

 

 



Un consumatore, generalmente, può assumere tutti questi nutrienti con un semplice multivitaminico. Tuttavia è importante conoscere i componenti del multivitaminico e compararli con il cibo che consumiamo, in modo da poter pianificare in modo adeguato la giusta quantità di nutrienti senza eccedere sia in eccesso che in difetto. 
La medicina è in continua crescita e sviluppo e fornisce soluzioni mediche per queste patologie; tuttavia la miglior cura resta sempre la prevenzione. "Prevenire è meglio che curare", dice un famoso detto. Per condurre uno stile di vita sano è fondamentale un'alimentazione equilibrata. Effettuando un controllo medico all'anno (lo consiglio fortemente), possiamo venire a conoscenza del rischio di poter sviluppare una delle patologie sopra descritte o scoprire se si è geneticamente predisposti alla degenerazione maculare per esempio. 
L'individuazione precoce è fondamentale e mantenere una alimentazione regolare in grado di proteggere i nostri occhi, lo è altrettanto.
Buon appetito!

Per ulteriori informazioni, o per fissare un appuntamento chiama al numero 389 1543270 o scrivici a: neurovision@outlook.it, oppure compila il modulo qui in basso per essere contattato.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio