5 semplici giochi che rendono i bambini più intelligenti


Puzzle, blocchi, giochi da tavolo, dadi, biglie e stecchette potrebbero sembrare giochi vecchi e superati rispetto al moderno “Candy Crush” e i vari giochi attuali. In realtà, questi giochi “antichi”, fanno qualcosa per i bambini che i rinomati “Minecraft”, i vari giochi su Ipad, Playstation, XBOX e Wii, e le varie applicazioni su smartphone non potranno mai fare! Offrono ai bambini la possibilità di sviluppare "l’orientamento spaziale” che è fondamentale per molte abilità cognitive e motorie. In particolare, il sistema visivo può trovare giovamento e avere il corretto sviluppo evitando eventuali disfunzioni visive che possono a loro volta generare differenti ripercussioni che possono interessare diverse sfaccettature: dagli aspetti funzionali a quelli legati all’apprendimento, dagli aspetti emotivi a quelli motori, dagli aspetti posturali a quelli di confort, dagli aspetti percettivi a quelli comportamentali. L’ orientamento spaziale ha un grosso peso in tutto: dal sapere leggere o meno una mappa all’effettuare attività di ingegneria. Dal saper montare i mobili comprati dall’Ikea al saper guidare in un traffico pesante e “aggressivo”.

In poche parole è indispensabile ed è di primaria importanza nei bambini in quanto gli permette di sviluppare competenze nella materie scolastiche come Matematica, Storia, Scienze, Tecnologie, Geografia, Disegno Tecnico e Artistico, e così via.

“L’orientamento spaziale è come le persone pensano allo spazio”. Il Professor Jamie Jirout, psicologo e ricercatore del Rhodes College (Stati Uniti) definisce così l’orientamento spaziale. In un recente articolo pubblicato su Psychological Science, ha effettuato uno studio sui giochi dei bambini e sulle loro abilità spaziali. “Si tratta di come differenti oggetti si inseriscono nello spazio e di come i bambini immaginano che essi vedano da angoli differenti”.

Lo studio di Jirout ha scoperto che i bambini che giocano con blocchi, puzzle e giochi da tavolo, i giocattoli "semplici", sono molto più propensi a costruire queste abilità di ragionamento spaziale rispetto ai bambini che giocano con altri giocattoli. "Fornire ai bambini l'accesso alle esperienze di gioco spaziale è un buon modo per aumentare lo sviluppo spaziale", afferma.

Quindi quali sono i primi cinque giochi semplici che aiutano a costruire questo senso dello spazio?

Battaglia navale: nella battaglia navale pensi costantemente allo spazio. Devi capire in quale posizione e in quale direzione si trova la nave del tuo avversario e devi fare le giuste domande per scoprirlo! Correlandolo alle materie scolastiche risulterebbe un gioco inutile. In realtà non è il gioco di per se ad aiutare i bambini nelle materie scolastiche, ma le competenze che sviluppa che aiutano i nostri piccoli campioni ad un migliore apprendimento. La campana: è detta anche riga, mondo, paradiso, settimana o "sciancateddu" a seconda della città di residenza. Non è un gioco che fa parte dei giochi da tavolo, dei dadi, dei puzzle o delle biglie, ma è proprio un gioco fisico.

Sono richieste competenze numeriche e orientamenti spaziali, ma anche piccole e grandi capacità motorie. I bambini si trovano a saltellare con un piede solo o con entrambi, ma eseguono anche delle relazioni spaziali mentre disegnano con il gessetto i numeri e il percorso da seguire. “Lancia il sassolino e vai”. Ci sono così tante abilità da svolgere che il divertimento è garantito!

Scale e Serpenti: è un gioco molto divertente simile al gioco dell’oca, molto diffuso in Inghilterra e si utilizzano dei dadi. Divertimento, tifo e fortuna saranno i vostri accompagnatori. Ma non è solo questo, c’è molto di più!

C'è una componente di conteggio, una di matematica, ma anche un forte senso di orientamento spaziale.

Dov'è il mio avversario rispetto a me? Come posso prendere? Quale numero devo fare per arrivare? Provatelo e vi assicuro che lo spirito combattivo si impossesserà di voi!!!

Jenga: è un gioco da tavolo, per qualsiasi età, stupendo. La preparazione si effettua sistemando 54 blocchi di legno su piani che formano una torre, tre blocchi per piano. I giocatori a turno sottraggono un blocco di legno a loro scelta dalla torre e, con una mano o due, lo posizionano sulla sommità della stessa.

Durante il gioco, la torre diventa sempre più instabile, così quando uno dei giocatori sottrae il pezzo che la fa crollare questo giocatore ha perso. Il vincitore del gioco è quello che ha giocato prima del perdente. E’ un gioco molto eccitante. Togli un blocco e speri e preghi che l’intera torre non cada; nel frattempo senti scorrere dentro di te una forte adrenalina! Oltre questo c’è molto di più. I bambini sviluppano la coordinazione degli occhi, sperimentano il peso delle proprie azioni e il famoso detto “causa ed effetto". Impareranno che i blocchi sono più stabili su alcune superfici rispetto ad altre. I suoni emessi dai blocchi cadenti dipendono molto da quanto la torre è alta e dalla superficie su cui stanno giocando.

Blocchi: date ad un bambino un ammasso di blocchi e non smetterà più di giocare! Ce ne sono di diverse tipologie: di cartone, di plastica, di legno, i Lego, i Bristle blocks e tanti altri ancora. Tutti però hanno una cosa in comune: i bambini li manipolano in tre dimensioni. Sentono il peso dei blocchi nelle loro mani. Immaginano qualcosa nella loro testa e lo rendono reale. I blocchi aiutano i bambini a imparare a manipolare e cambiare il mondo che li circonda.

Giochi come Minecraft o altri giochi elettronici di costruzione possono anche aiutare con l'orientamento spaziale, ma non hanno lo stesso peso e peso (letteralmente) come i blocchi di vecchio stile. Quando un bambino sta capendo e agendo sui blocchi reali, la sua curiosità e l'esplorazione lo condurranno alla comprensione del mondo reale. Un gioco digitale non può essere separato, cambiato e agito come invece accade sui blocchi reali si può!

È ufficiale: dobbiamo ritornare indietro con le nostre abitudini ludiche, per andare avanti. Adesso avete un’idea su cosa potete regalare ai vostri bambini per farli divertire ma allo stesso tempo farli diventare più intelligenti. I nostri cari vecchi giochi, sono assolutamente più attuali di quanto immaginiamo! Abbandonate Ipad, playstation e sitemi digitali e favorite la socializzazione concreta e un ginocchio sbucciato sulla strada! Il centro NeuroVision, Lecce, effettua valutazioni visive funzionali e percettive e rieducazione visiva funzionale e percettiva con particolari enfasi sullo spazio, attraverso il Visual Training Optometrico. Avere un sistema visivo efficiente è fondamentale per avere un facilitato apprendimento. Basta pensare che l’80% delle informazioni del mondo esterno arriva al cervello attraverso gli occhi.

E' fortemente consigliata una valutazione visiva funzionale e percettiva prima dell'inizio della scuola. La Visione è Motore. La Visione si apprende! Per ulteriori informazioni, o per fissare un appuntamento chiama al numero 389 1543270 o scrivici a: neurovision@outlook.it, oppure compila il modulo qui in basso per essere contattato.


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
RESTIAMO IN CONTATTO

NeuroVision

Dott. Stefano Esposito

Optometrista - 02495970747

Via Eboli, 30, Lecce - 73100

389 1543270

neurovision@outlook.it

Proudly created with love by BriefMe